La volonta’ di promuovere i messaggio di AVIS nelle scuole nasce anzitutto dalla pressante necessità di nuovi donatori giovani.                                    Ogni tanto si perde circa il 10% dei donatori periodici a causa del raggiungimento dell’età limite e per molte ragioni legate alle condizioni di salute, mentre il fabbisogno degli ospedali continua a crescere. In questa situazione è quindi indispensabile un continuo ed efficente ricambio generazionale.

Gli studenti di oggi saranno la classe dirigente, i lavoratori, i padri e le madri, la società intera di domani e, per questo,  è importante trasmettere loro da subito i giusti valori di convivenza sociale. Per questo  AVIS organizza da sempre incontri e raccolte di sangue nelle scuole, ma ha deciso di intensificare   ulteriormente le proprie iniziative per raggiungere un sempre maggior numero di studenti. In questo modo cerca di preparare una cultura della donazione di sangue tra i giovani che, con la maggiore età, potranno passare alla dossare alla donazione.

 

Foto Vezzoli – Castelli Calepio