Balla con avis

Una serata di speranza

Premiati coloro che hanno concluso l’impegno avisino per raggiunti limiti di età e i diciottenni che  questo cammino, lo hanno appena iniziato

Finisce col botto il 2021 per AVIS Sarnico. Il grafico delle donazioni di sangue fa registrare un aumento del 18% rispetto ad un 2020 che, nonostante la pandemia, era stato in linea con gli anni precedenti. Le sacche riempite dai 766 donatori del basso Sebino sono state 1.223 rispetto alle 1039 dello scorso anno. Oltre le aspettative le plasmaferesi aumentate a loro volta del 43% (95 in totale, 66 nel 2020).

«Una performance non del tutto inaspettata – ha commentato il presidente Serafino Falconi – che indica come la strada intrapresa dal nostro Direttivo con il supporto di AVIS Giovani sia quella giusta. Stiamo raccogliendo i frutti del nostro impegno soprattutto nel scuole: dalle superiori fino alle elementari con il progetto “Rosso Sorriso” l’attività prevista dal protocollo d’intesa con il MIUR  in collaborazione con RAI YoYo. Avvicinare i più piccoli all’importante tema della donazione, li fa diventare donatori indiretti, capaci di trasmettere ai famigliari quello che hanno appreso a scuola: l’importanza della donazione del sangue. Ed anche per questo – conclude Falconi – che durate la recente “Festa degli auguri di Natale”, abbiamo premiato, sia chi ha concluso l’impegno avisino per raggiunti limiti di età, che venti diciottenni che invece questo cammino, lo hanno appena iniziato: il modo più efficace di diventare maggiorenni oltre che esempio e stimolo per i coetanei e preziosa risorsa per AVIS».

Una festa, quella del 27 dicembre scorso, che ha dato il via ai festeggiamenti per il 60° di fondazione e che prevede, Covid permettendo, alcuni interessanti appuntamenti che si stanno programmando. Nel rispetto delle norme precauzionali anti Covid, la sezione ha ripreso al teatro Junior di Sarnico, la tradizionale serata di incontro dei donatori, sostenitori e simpatizzanti per lo scambio degli auguri natalizi e il resoconto dell’attività sociale.

Protagonista della serata, brillantemente presentata da Federico Bresciani, del gruppo giovani è stata la danza, con la partecipazione  di tre affermate scuole di ballo locali: Betti Star Dance, enjoydance e Rosy Dance.

Dopo i saluti e il discorso del Presidente Falconi e del Direttore Sanitario dott. Giovanni Paris ha preso la parola il vicesindaco di Sarnico Paola Plebani e il parroco di Sarnico don Vittorio Rota che hanno ringraziato l’Associazione per quanto fatto. Presenti i sindaci di Foresto Sparso Gennaro Bellini, Viadanica Angelo Vegini e Villongo Maria Ori Belometti che hanno premiato i loro concittadini. Non è mancata l’estrazione dei biglietti della sottoscrizione che, anche quest’anno, ha distribuito ricchi premi. Infine panettone, pandoro e vin brulé, offerti, “prudentemente all’esterno”, dal gruppo giovani sempre protagonista nelle iniziative dell’Associazione.

Una considerazione finale: ad aprire la serata sono stati gli atleti della “Squadra paralimpica Rosy Dance”, un gruppo di ragazzi con disabilità e con tanta passione per la danza. A loro e alle tre scuole di ballo, AVIS ha consegnato una borsa di studio e questo la dice lunga sull’impegno di AVIS Sarnico e basso Sebino nei confronti della fragilità.

Mario Dometti

Le scuole di danza

Un grazie alle tre meravigliose scuole di Danza del Basso Sebino che si sono esibite gratuitamente. A ciascuna di loro è stata comunque assegnata una piccola borsa di studio, ulteriore segno dell’attenzione di AVIS Sarnico e Basso Sebino per i giovani e la disabilità.

enjoydance

Scuola di danza classica accademica, danze di carattere, free movement e danza moderna, fondata da Cristina Zatti e affiancata oggi da Michele Vegis (Ballerino del Teatro alla Scala di Milano) è assistente alla direzione.

New Star Dance Betti

diretta dal maestro Claudio Betti.

Rosy Dance

La scuola di ballo ha conquistato due titoli mondiali nel giro di poche settimane. Marianna Cadei, neo campionessa del mondo di ballo WDO (World Dance Organisation) over 35, nella categoria danze standard in coppia con Cristian Gatti. Marianna è responsabile della “Squadra paralimpica Rosy Dance”.Un gruppo di ragazzi con disabilità, con tanta passione per la danza.

Fotocronaca delle premiazioni

Filmato Fotocronaca dello spettacolo