Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 PuzzleAvis

Sembra una provocazione, ma non lo è. Associarsi all’AVIS non significa solamente presentarsi puntualmente alle donazioni; intendiamoci, fare questo è già rilevante, ma se vogliamo dare il nostro contributo a favore di una società migliore, una società che sappia contenere gli individualismi, l’associazionismo rappresenta il nuovo canale di consenso e di partecipazione.

Proprio per questo, l’AVIS richiede ai suoi iscritti alcune qualità che rientrano nell’ambito dei valori etici e morali. Aderire con la consapevolezza della forza dell’essere uniti, di sentirsi parte di un gruppo di persone sensibili alle necessità dei più deboli. Dare voce alle ansie ed alle aspettative di quanti sono nella sofferenza ed hanno perso fiducia nella vita e nella comprensione umana, diventa sempre più una reale manifestazione di identità e di solidarietà umana e soprattutto di spirito di servizio: la disponibilità a dare sé stessi, più che il proprio denaro.Ecco, questo è lo sforzo in più che oggi l’AVIS chiede ai suoi associati.
Dare il proprio sangue non è difficile, basta star AVIS Sarnico e Basso Sebino 1961-2016 bene ed averlo, il sangue si può ricostituire, dare il proprio tempo, è invece più difficile.
C’è una bellissima lettera di Seneca a Lucilio nella quale il filosofo e drammaturgo dice all’amico: “…mi hai chiesto se ti posso prestare due ore del mio tempo? No, io ti posso prestare del denaro, o la mia schiava favorita e mi potresti restituire se vuoi gli uni e l’altra, ma il tempo che ti do non me lo potrai mai restituire perché se n’è andato, per sempre, ma siccome ti voglio bene, te lo do, te lo offro, ti regalo le due ore o tutto il tempo che vorrai.”
Dare il proprio tempo è un atto d’amore, al punto che l’atto d’amore supremo quello di Gesù Cristo è stato di dare addirittura la sua vita; la vita la si misura in tempo, non si misura in soldi, e quindi una parte del proprio tempo è una parte della propria vita.
La fortuna dell’AVIS di Sarnico è di disporre di tanti volontari, con un grande apporto del gruppo giovani, che contribuiscono a concretizzare le diverse iniziative proposte dal Direttivo nel corso dell’anno; dalla presenza nelle scuole alle feste del pesce fritto e della castagna fino alla serata degli auguri natalizi, non dimenticando la collaborazione nei giorni di donazione. L’invito è pertanto rivolto a chi finora si è limitato a donare.


Farsi conoscere

 Malgrado questi titoli di merito che indubbiamente l’AVIS Sarnico e Basso Sebino ha,(perché è titolo di merito dare non solo il sangue, ma anche il proprio tempo agli altri) occorre maggiore comunicazione e lo scopo del numero unico è anche questo. Se si fanno delle cose importanti, se si ottengono risultati positivi, occorre farlo sapere; sarà banale come esempio, ma la gallina quando fa l’uovo …canta.

Esistono molte associazioni che operano con una forza e una determinazione che ha dimensioni morali non misurabili, ma che purtroppo non riescono a trasmettere, occorre uscire allo scoperto, penetrare con più evidenza nella società civile dove giocare un ruolo più fattivo ed incisivo al fine di renderle più “visibili”.Il concetto di “visibilità” è purtroppo lo scoglio dei nostri tempi, nei quali, nel dilemma tra “essere o avere” prevale il concetto di “apparire”, e questo concetto va seguito, altrimenti non esisti! Ciò potrebbe manifestarsi eticamente stridente e negativo, ma è tuttavia una realtà con la quale ci si deve confrontare in questo
momento storico nel quale si viene ad operare.
A tale scopo l’ AVIS ha realizzato un proprio sito Internet ed un profilo facebook, dove si trovano tante informazioni riguardanti la vita associativa, gli obbiettivi dell’ AVIS e le modalità di donazione del sangue.
L’AVIS non vuole procedere ad un reclutamento di soci, chi vi aderisce deve rendersi consapevole che essere donatore non è solo generosità o solidarietà umana: è un segno d’amore, è rendersi conto che c’è più gioia nel dare che nel ricevere ed è su queste basi che si fonda e si manifesta l’impegno serio e duraturo degli Avisini nelle molteplici attività sociali.
C’è da dire, purtroppo, che sembra si stia raggiungendo una specie di “saturazione” nella disponibilità di persone davvero motivate a mettersi in gioco, per un maggiore impegno per gli altri e, conseguentemente, si finisce con l’avere sempre le stesse persone che fanno da anni sempre le stesse cose.
Se volete distinguervi, avrete questa opportunità in seno all’AVIS. Meglio ancora: le persone con iniziative sono più che benvenute perché possono diventare il motore di una comunità dinamica.
Con il loro fattivo contributo si realizzerà qualcosa di positivo per gli altri.

Uno sforzo apprezzato che potrà tradursi a sua volta, in un inestimabile sostegno a chi è sofferente, è in questo che sta il sorprendente potere dell’AVIS: diventa donatore e partecipa in questa entusiasmante missione che nel Basso Sebino dura da 55 anni.

Contatti - Informazioni

Tel. e Fax 035 913959 - Fax n. 1786083645
SMS Cell. 342 4152004 - WhatsApp 339 4562594

email: info@avissarnico.it - sito web ufficiale www.avissarnico.it
Sede dell'Associazione e punto di prelievo:
Ospedale "P.A. Faccanoni" Sarnico

contatti

Dove siamo

via P.A. Faccanoni n. 6 24067 Sarnico (Bg)
Codice Fiscale 95031800162